Stabilimento balneare Ausonia - come vedete i triestini rimangono distesi,....

Stabilimento balneare Ausonia - come vedete i triestini rimangono distesi,....
Il mio bagno e terrazza e vedete cosa arriva....dopo 10 minuti siamo scappati tutti - fatta con cell.

Benvenuti Amici e Grazie di seguirmi

martedì 22 luglio 2014

Pasta fredda

Io non amo particolarmente la pasta, preferisco di gran lunga il riso che sia nero, rosso, bianco normale, basmati ecc. con qualsiasi condimento ma anche senza nulla in bianco.
Maritozzo invece da buon figlio di napoletano adora la pasta in qualsiasi forma e sapore anche in bianco come io il riso. Penso comunque che la pasta piaccia alla maggioranza i "risottari" si possono contare.
Il famoso chef Ramsey,  penso che le food blogger lo conoscano molto bene, a mio personale parere è il migliore oggi sulla piazza. Usa qualsiasi ingrediente o materia prima povera e blasonata e la sua cucina può essere complessa ma anche semplicemente "casalinga" e qualsiasi massaia anche non esperta è in grado di farla.
Ho visto l'esecuzione di una splendida pasta fredda in un video alla TV e  come l'ha definita lui fatta "all'italiana" per aver usato verdure ed aromi prettamente di cucina "mediterranea". Ma quello che mi ha colpito è stato l'uso di una pasta di piccolo formato che usualmente viene adoperata per  minestre ma anche nei brodi, ma  che io invece trovo delizioso perchè assorbe al meglio i condimenti, si amalgama anche visivamente e non è invadente come la pasta grandi formati tipo penne, mezze maniche ecc.
Ovviamente a parte la pasta il resto è stato rivisato in base ai miei gusti ed a quanto avevo in casa al momento che ho deciso di farla.

Ingredienti per 2 persone (ma 4 ci mangiano comodamente infatti è avanzata)

150 g di pasta formato "risoni" (è ovale allungata piccola ma cresce un pò in cottura)
125 g di piselli (un vasetto già cotti)
125 g di mais misto con olive e peperoncino (1 vasetto misto cotto)
10-15 champignons sott'olio
1 cucchiaio di olive taggiasche sott'olio
2 cipollotti oppure 1 cipolla di Tropea media
2 spicchi d'aglio fresco o quello rosa 
3-4 foglie di basilico
5 pomodori secchi sott'olio
uova - latte -mozzatella grattugiata  *)
sale - pepe
olio evo e aceto (io uso quello di mele)

il formato pasta "risoni " da Wiki (non metto il no in quanto non vorrei essere tacciata di pubblicità

Preparazione
In una terrina capiente mettere assieme tutte le verdure citate incluse quelle dei vasetti, tagliare fine il cipollotto o cipolla e schiacciare l'aglio, spezzettare con le mani il basilico fresco, tagliuzzare i pomodori secchi. Aggiungere l'olio, sale e 2.3 cucchiai di aceto e mescolare accuratamente. Assaggiare per verificare se non manca  ancora qualche condimento.
Nel frattempo mettete l'acqua a bollire, aggiungete il sale e versate la pasta e lasciatela cuocere 2 minuti in meno del tempo indicato sulla scatola: io 9 su 11 minuti.
Scolatela, sciacquatela bene con acqua fredda sia per fermare la cottura che per raffreddarla prima di aggiungerla all'insieme preparato nella terrina,
Mescolare accuratamente e verificare che non manchi di sapidità.

si vedono benissimo i risoni

Io l'ho preparata la sera prima perchè mi piace che diventi fredda ed acquisti sapore stando assieme.
Però....però volevo aggiungere ancora qualcosa : una bella fritatta tagliata a listerelle.
Mi sono fermata al pensiero che questa si sarebbe "ammosciata" mescolata alla pasta per più tempo e quindi..."idea", perchè non farla lo stesso nel momento dell'impiattamento creando una bella base calda e filante e poi concludere con la pasta fredda .......!!!!!!
Quindi, va mangiata subito e non mescolata assieme al resto e queste sono le proporzioni per due persone: - 2 uova con 2 cucchiai di latte e 50 g di mozzarella grattugiata
 (la trovate anche già pronta come il formaggio grattugiato),  sale e pepe e sbattete bene il tutto.
In una padella antiaderente, ungetela con un pò d'olio evo e fate la frittata sollevando i lembi in modo che tutto il liquido vada sotto e la frittata si gonfi un pò. Poi con un piatto o coperchio rovesciatele dall'altro lato, risulterà per via della mozzarella leggermente filante.

frittata


Quando pronta, spezzettatela a larghi pezzi e mettete nel piatto come base...



Poi la completerete con la pasta fredda e servite subito. E' buonissimo il sapore mescolato caldo della frittata filante con la pasta fredda. Guarnite con un funghetto altro a vostro piacere.

 

Comunque si può gustare subito come si dice "a temperatura ambiente" o dopo 1 ora in frigocon o senza frittata questa è una mia idea che è piaciuta a maritozzo.

Nota
A piacere si possono aggiungere scatoletta di tonno, salmone affumicato, acciughe sott'olio o quant'altro vi viene voglia di provare o avete in casa, più cose si mettono più gustosa diventa. La fantasia in questo caso è infinita.

*)
Non ho messo la quantità di uova perchà dipende dal numero dei commesali, noi eravamo in due. Calcolate sempre di allungare l'uovo con 2-3 cucchiai di latte e la mozzarella 50 g è per due uova se di più dovete aumentare in proporzione.

Ciao a tutti e buona giornata.
Stampa il post

domenica 20 luglio 2014

Intermezzo domenicale!!! (26)




Luglio matto, il caldo si è presentato poco e la pioggia, maltempo, tracimamenti si sono presentati un pò ovunque con un abbassamento notevole di temperatura. Cosa ci possiamo ancora aspettare???? Un improvviso apporto di aria africana come l'anno scorso che ci ha fatto sudare e boccheggiare....oppure l'alternanza lunga di pioggia e freddo e poco caldo???
Personalmente il caldo mi piace purchè sia poco umido e magati un pò ventilato...chiedo troppo !!!! Penso di no e sento tanti cori nelle mie orecchie...lo vogliamo anche noiiiiiiiiii.....

Il mio amico austriaco in questo periodo è in vacanza ed anche i suoi contatti del giro PPS nel mondo sono mancanti, tutti hanno bisogno di vacanze e quindi molti PPS che mi arrivano sono doppioni perchè sicuramente come facciamo noi blogger sono stati programmati per l'invio in rete.

Per fortuna ne ho parecchi ancora inediti e questo è uno di quelli. Vi porto a fare un giro ad Amsterdam, le immagini sono molto belle anche se le scritta sono in olandese ma, la musica di sottofondo scelta a mio parere è molto romantica.

Spero che vi piaccia e magari ascoltandola vi rilassate con un buon bicchiere di tè ghiacciato oppure una coppa enorme di gelato o qualsiasi cosa in questo momento ne avete voglia.

Buona domenica carissimi e buone ferie o vacanze a coloro che leggono sui smartphone o portatili.


video



Stampa il post

venerdì 18 luglio 2014

L'uso degli aceti compositi fatti in casa

Sarete forse stufi di leggere ricette provenienti dall'Austria, ma al momento è il luogo più vicino a me e il più freguentato considerata la distanza e tempo per raggiungerla molto breve: ovviamente a parte la Regione della Carinzia le altre sono più lontane.
In Austria la parola d'ordine è "vitamine", Siano queste fresche o preparate o come integratori.
Loro a tavola iniziano sempre con le verdure oppure queste fanno parte integrante del piatto primo o secondo che sia in quanto il contorno come inteso da noi non è concepito.
La verdura fresca mista che è l'unica che rappresenta "un contorno" assieme alle immancabili patate arroste, insalata o crocchette, viene presentata già condita. Olio e aceto non è mai presente in tavola e taluni su richiesto lo portano. Il condimento è perfetto e buonissimo anche perchè in prevalenza non usano l'aceto di vino ma l'aceto di frutta principalmente quello di mele. Io lo uso da anni e lo trovo molto delicato ed ora se ne trovano di marche diverse anche in Italia.
L'aceto comunque, principalmente all'interno della famiglia viene prodotto oppure modificato con aggiunge varie all'aceto di mele acquistato.

Sulla rivista Tina - Koch & Back.Ideen ho trovato una pagina con le indicazione su come creare alcuni aceti particolari. Alcuni hanno come base anche l'aceto di vino ovviamente quello pronto. La foto collage fatta da me tratta da questo giornale dice 
" Aceto fatto in casa" - Aceto di zenzero con chili (peperoncino) e coriandolo fresco -Aceto di sherry ed estragone "


Aceto di zenzero con chili e coriandolo fresco

Ingredienti: per 1 bottiglia da 200 ml
30 gr di zenzero fresco
1 peperoncino rosso 
200 ml di aceto di vino bianco
1 stelo di coriandolo fresco

Preparazione
Lavare e pelare lo zenzero e poi tagliarlo a fettine sottilissime e piccole potete aiutarvi con un pelapatate oppure una mandolina.
Pulire il peperoncino e tagliarlo sottile. Lavare lo stelo di coriandolo, sgocciolarlo ed asciugarlo dall'acqua.
In una bottiglia perfettamente pulita ed asciutta di 200 ml riempire per metà, 100 ml con aceto di vino bianco ed aggiungere lo zenzero, il peperoncino e lo stelo di coriandolo fresco. Chiudere ermeticamente la bottiglia, scuoterla un pò e lasciare il tutto in infusione per 1 settimana.
Poi, passare in un telo l'aceto per eliminare gli ingredienti aggiunti, aggiungere altri 100 ml di aceto bianco.
Questo aceto si mantiene non alla luce ma in luogo scuro e fresco anche per 1 anno.
Se vi piace vi consiglio di farne più di una bottiglia ma non radoppiare i quantitativi piuttosto più bottiglie ma sempre da 200 ml.


Aceto di sherry ed estragone fresco

Ingredienti: per 1 litro (2 bottiglie da 500 ml)
750 ml di aceto di vino bianco
250 ml di aceto di sherry  (vedi annotazione **)
2 cucchiai da tè di pepe nero in grani
1 cucchiaio da tè di senape
1 cucchiaini di pepe giamaicano (se lo trovate) in grani
1 rametto di coriandolo fresco o anche due

**) in Austria si trova l'aceto fatto dallo sherry usualmente secco (cherry è quello di ciliege) anche se un pò abbocato. Visto che in Italia non si trova o almeno è difficile trovarlo, vi consiglio di mescola 125 ml di aceto bianco con 125 ml di sherry)

Preparazione
L'aceto di vino bianco assieme all'aceto allo sherry da voi preparato deve essere mescolato ed in un pentola portato ad ebollizione per 2 minuti. Quando si è raffreddato diciamo arriva a circa 40 gradi, bisogna aggiungere i due tipi di pepe se li avete trovati entrambi oppure al casa aumentate un pò il pepe nero, la senape ed il coriandolo fresco ed imbottigliare il tutto in una capiente bottiglia che dovete dopo la chiusura ermetica agitare delicatamente un pò. Lasciate la bottiglia cosi per 3 settimane.
Passate poi il tutto al colino, travasate in altre bottiglie magari 2 da 500 ml o a vostro piacere.
Conservare il luogo fresco e scuro e si conserverà per un anno.




Naturalmente gli aceti compositi che si trovano sono anche  parecchi altri : al limone, al rosmarino, alle erbe, al balsamico, all'aglio e tutti questi ingredienti vengono aggiunti in  proporzioni varie alla base di aceto di vino oppure all'aceto di mele, quest'ultimo in prevalenza sopra tutto per l'aceto al limone ed il  balsamico.
Questi condimenti sono utilizzati principalmente per le loro insalate che sono composite ovvero, insalata verde e non solo ma viene completata con formaggio fritto oppure pollo cotto ai ferri e tagliato fine oppure anche pesce sia cotto o in scatola come il tonno oppure gamberi e gamberetti.
Il tutto condito con quest'aceto secondo il cuoco/chef del locale ossia quello che alla composizione dell'insalata ritiene il più adatto. Qualche volta è il cliente a richiedere un particolare condimento ma è molto raro sono tutti abituati alla decisione della ...cucina.

Lo scritto in verde dell'immagine dice come viene fatto l'aceto di vino e l'aceto di mela. Per non allungare non l'ho tradotto ma se qualcuno lo desiderame me lo faccia sapere.

Un caro saluto ed una buona giornata.
Stampa il post