Da P.zza Unità d'Italia - Trieste alle 12:00 verso il mare....

Da P.zza Unità d'Italia - Trieste alle 12:00 verso il mare....
Si vedono i monti in fondo una giornata stupenda purtroppo solo con cell.

Benvenuti Amici e Grazie di seguirmi

lunedì 24 novembre 2014

Consigli utili : ...bellezza "Mani screpolate"



I consigli sono tratti da questo libriccino, come spiegato nel mio primo post di 
Consigli utili e questo è il link 


Restiamo sempre nel campo della Bellezza ma questa volta parliamo di un problema che con l'avanzare del freddo molti soffrono : mani screpolate.
Purtroppo le mani screpolate non colpiscono solo per il freddo ma anche per l'uso di detersivi piatti o quant'altro di chimico che sopra tutto le donne incontrano nell'arco di una giornata.
Il mio consiglio è di mettere sempre per i lavori di casa dei guanti protettivi e se non si può sempre di usare delle creme specifiche magari anche come impacco indossando un paio di guanti di cotone per tenerle al caldo almeno per mezz'ora, Poi  sciacquarle con acqua tiepida.

Esistono comunque diverse soluzioni come l'olio extra vergine di oliva che dopo averlo spalmato e massaggiato insistendo sui punti maggiormente screpolati rende la pelle nutrita e setosa. Lavarsi poi con acqua tiepida ed un sapone neutro non alcalino.
Passiamo ora ad un infuso fatto come segue:

Matricaria chamomilla - teekummel Keilas.jpg
Camonilla  - foto da Wiki


- 3 bustine di fiori di camomilla
- 1 tazza d'acqua bollente circa 500 ml sufficiente per immergere le mani

lasciare in infusione per circa 10 minuti e poi farlo raffreddare senza togliere le bustine. Immergere le mani per almeno dieci minuti massaggiandole ogni tanto. Tamponate con le bustine sui punti più arrossati e dopo avervi lavato le mani applicate una crema emolliente.

Per quanto riguarda l'olio d'oliva, da tenere presente che era già nota ed usata in passato come cura di bellezza del corpo, protegge la pelle dall'invecchiamento, evita formarsi delle smagliature, previene la comparsa di macchie seninili e dona una maggior elasticità.

Vi raccomando, se gli arrossamenti o screpolature non sono dovute all'uso quotidiamo di prodotti chimici o altro il medico deve essere sempre consultato.
Spero vi sia utile e auguro a tutti buona giornata.


 Questa NON E' un indicazione medica e NON sostituisce in alcun modo il parere di un MEDICO alla quale ci si deve rivolgere in ogni caso e sempre. 


Se volete rivedere gli altri consigli clic  QUI
Stampa il post

domenica 23 novembre 2014

Intermezzo Domenicale !!! "Charmants animaux" - animali affascinanti è dire poco.....



Decidere sull'immagine di apertura presa da questo p.p.s/video non è stato facile sono tutte stupende un gioco meraviglioso tra animali e bambini passando anche per l'uomo adulto che non sempre ha con loro un rapporto alla pari.
L'ho trovato stupendo ed è anche la prima volta che sono riuscita ad inserire una musica scelta da me perchè quella originale era pessima come audio ma anche ripetitiva e poco adatta a questo splendido pps.
Ho scelto una musica "rilassante, etnica" estrapolandola da un video trovato su YouTube. Mettetevi comodi magari con una bella tazza di cioccolata con panna o qualsiasi altra cosa in quel momento vi serve per rilassarvi. Non so se la durata della musica coincida con il tempo di presentazione di questo pps/video e nel caso si tronchi di colpo chiedo scusa ma non sono stata capace di collimare la durata di entrambi.

Proprio pensando che forse non si riesce a sentire fino in fondo la musica, ho pensato anche che vi piacerebbe vedere, non solo sentire, il video dalla quale ho estrapolato la musica. Anche questo propone delle immagini stupende come la natura, gli animali, ecc. e merita  di essere visto.
Quindi  cliccando  QUI    andate direttamente alla pagina YouTube.


video




Non vorrei essere tacciata di campanilista, ma un mio concittadino Antonio Marano ha messo su YouTube un bellissimo video di una "Ballerina" di danza classica che da un pò di tempo a Trieste nella piazza che è anche uno dei suoi salotti buoni , solo pedonale - balla accompagnata da musica registrata ma  anche dal vivo che  suo marito o altro della famiglia viene suonato divinamente con il violino.
L'audio non è uno dei migliori perchè pur non essendo trafficato i rumori di sottofondo sono alti.
Io vi consiglio di provare qui, ma se poi non lo sentite tanto bene vi metto anche il link diretto a YouTube QUI




(Esiste anche un altro video sempre della stessa ballerina  pubblicato sempre quest'anno e lo trovate QUI )

Vi auguro una buona domenica, un abbraccio alla prossima.


NOTA
Avevo nella sidebar il link per andare a tutti i post "Intermezzi Domenicali". 
L'ho tolto perchè è stato messo in testata al blog come icona che riporta proprio "Intermezzo Domenicale" e cliccando si potranno vedere tutti e scegliere per rivedere uno che  è paciuto in modo particolare....cosa che io spero!!!

Ho comunque pensato di mettere il link diretto alla raccolta anche nei post domenicali e inizio da questo post e clic  QUI   se avete il piacere di rivedere qualcuno. 

Stampa il post

venerdì 21 novembre 2014

Risotto al radicchio variegato, pecorino e stracciatella (di uova)

Come saprete molto bene io adoro il riso lo mangio anche solo bollito ma se è un risotto ancora meglio. Avevo del radicchio variegato di Verona un bel cespo grande ed ho pensato di fare un risotto con una stracciatella tipo alla romana  che come aspetto non era molto ...bella, ma nonostante tutto era talmente buona che in 5 minuti maritozzo ed io l'abbiamo spazzolato.
L'idea di questo abbinamento è partito da una ricetta di Alice che avevo visto in TV su Real Time e mi ero annotata gli ingredienti.
Maritozzo ama la pasta e odia il riso però se il risotto rappresenta la parte minima rispetto alle aggiunte va tutto bene. Fate conto che come in questo caso è il radicchio a fare la base mentre il riso è il contorno ma in fondo non spiace nemmeno a me.

Ingredienti per 2 persone abbondante
160 g di riso carnaroli (usualmente si calcola 70 g a persona)
60 g di pecorino grattugiato preferibilmente il romano
1 cespo di radicchio variegato (300 g circa)
250 ml di vino bianco secco
30 g di cipolla tritata
olio evo ma quello delicato
500 ml di brodo vegetale

Per la stracciatella
1 limone non trattato
2 uovo intere + 2 tuorli
50 g di pecorino grattugiato
prezzemolo - sale - pepe




Preparazione
Pulite il radicchio e tagliatelo a listerelle sottili. In una padella leggermente unta d'olio distribuite il radicchio aggiungendo un pò di sale e cuocendo a fuoco lento per farlo stufare. Ci voranno una decina di minuti spegnete e tenete coperto perchè rimanga caldo.


In una ciotola mettete le uova e sbattetele leggermente aggiungendo i 50 gr di pecorino, il prezzemolo e la scorza grattugiata del limone. Aggiungete un pò di sale e pepe e sbattete bene il composto.
In una casseruola piccola mettete a bollire 120 ml di acqua con il succo del limone spremuto ed ed il sale - una presa e quando inizia a bollire versate l'impasto delle uova. Fate salire il bollore per 1 minuto poi spegnete e lasciate che le uova continuino a cuocere nella cassuola calda. Quando si formano dei fiocchi mettete il tutto a scolare il liquido in eccesso.
Nota
Putroppo e non so perchè i fiocchi non mi sono venuti però il composto poi scolato era morbido e buonissimo. Forse non bello da vedere ma tanto lo dovevamo mangiare noi mica presentarlo ad un concorso.

In una casseruola capiente con un pò di olio fate tostare un pò la cipolla e poi aggiungete il riso.
Dopo circa 5 minuti versate 200 ml di vino e lasciate evaporare. Portate a corttura il risotto utilizzando il brodo e aggiungendo man mano che si secca. A metà cottura circa 10 minuti dopo aggiungete il radicchio, il restante vino e proseguite la cottura.




Quando pronto mantecate con il pecorino e se vi piace una noce di burro.
Una volta impiattato, cospargete la stracciatella.
Il sapore amaro del radicchio sarà mitigato dal sapore acido del limone della stracciatella con un insieme di sapori veramente gradevoli.
Se vi piace potete aggiungere una grattina di pepe.

Come vedete la stracciatella non è proprio a fiocchi ma prendendo assieme riso e stracciatella anche se brutta....il sapore era buonissimo, l'aspetto alle volte è irrilevante
Perfecto

E' una ricetta semplice che si presta a varie interpretazioni e può anche venire considerato "come utilizzare quanto di buono si ha in casa", la parola riciclo alle volte stona.

Buon appetito e buonissima giornata a tutti.





Stampa il post